081 506 66 84 info@assoali.it

IL RACCONTO NEL CASSETTO III: Premio ALI, ecco i vincitori

Salvo Sapio, giornalista napoletano, autore de “La rivoluzione di carta velina”, e’ il vincitore della sezione “Romanzi brevi” del concorso letterario nazionale, promosso dall’associazione Libera Italiana di Villaricca.

Secondo: Vanes Ferlini, di Bologna, con “Il Cristo di sale”. Terzo Valerio Morucci, l’ex postino delle Br, con “Audience di tutto, di più”.

I premi sono stati assegnati il 23 mattina, nell’auditorium di via Genovesi dell’Ali dai membri della giuria tecnica: Ermanno Corsi, Giuseppe Montesano, Pietro Treccagnoli e dal presidente dell’Ali, Pietro Valente.

L’attore Patrizio Rispo, testimonial Unicef, invece, ha premiato i vincitori della sezione Fiabe.

Ha vinto Paolo Pergolari, autore de “La guerra dei fili”, di Perugia. Seconde ex aequo: Valeria Tosi, con “Le mutande di gomma dell’archeologo Smith” e Marisa Tagliabue con “Sefirino torna a Sefiro”, entrambe di Milano. Al terzo posto Silvia Bertozzi, di Cesena, autrice di “Romualdo, il gufo fifone”. Menzioni speciali per Gabriele Aprea, napoletano, autore di “La grande frittella”, e per Domenica Colaianni, barese, autrice de “Il divano”.

La premiazione è stata accompagnata dalla lettura di alcuni brani da parte degli attori Giancarlo De Simone e Antonio Caruso, accompagnati dalla chitarra del musicista Petrolio.

Gli scrittori esordienti si sono divisi un montepremi di 8mila euro e verranno pubblicati in un’antologia entro febbraio 2007.

L’Ali ha assegnato anche due premi per l’impegno sociale: a Margherita Dini Ciacci Galli, presidente Unicef Campania, e a Liliana Dama, vicepresidente nazionale associazione lotta tumori al seno.

La cerimonia arriva a conclusione di una rassegna molto intensa. I venti finalisti, selezionati tra i 741 in gara da 19 regioni, sono stati i protagonisti di una quattro giorni di eventi e visite guidate, insieme con i sindaci che si sono improvvisati ciceroni dei comuni che amministrano. Dalle chiese di Aversa, ai cortili e alle prelibatezze di Villaricca. Dagli scavi di Liternum alle chiese di Calvizzano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.